Roberto Orlandi


Disegno, Pittura 26 Abbonati Iscritto dal 2019

Attività su Artmajeur

14.686 | Visite
138 | Aggiunto alle raccolte
26 | Abbonati
6 | Recensioni
2 | Le mie opere preferite

Contatta l'artista

Italia

Iscritto dal 16 lug 2019
Ultima data di modifica: 3 feb 2021

Presentazione & Biografia

Nato a Milano ma genovese d'adozione ha frequentato negli anni a cavallo del 1970 l'Accademia Ligustica di Belle Arti, con Raimondo Sirotti e Rocco Borella come insegnanti.

Spinto da una forte inquietudine esistenziale condivide attraverso viaggi e soggiorni un po' in tutta Europa le esperienze alternative tipiche dei movimenti giovanili di quegli anni.

Tornato in Italia partecipa a numerose collettive ed estemporanee ottenendo premi e riconoscimenti.

Insieme ad una produzione tradizionale paesaggistico-figurativa di più facile ed immediata lettura, inizia un suo personale percorso di ricerca artistica svincolata da gruppi e correnti ed allestisce un paio di personali a Genova e a Novi Ligure:

<....gli insetti, disegnati con scrupoloso studio, si presentano ora nella loro veste più affascinante, ora per i meravigliosi colori, per la trasparenza delle ali, per l'eterea leggerezza, ora paiono irrompere dal profondo di un incubo, carico di sgomento e di paralizzante paura per realtà misteriose e solitamente respinte....>> ( C. De Benedetti).

Nei primi anni novanta, di fronte ad alcuni quadri di Paul Klee, rapportandoli alle  antichissime pitture rupestri dei primi esemplari del genere “Homo” matura la disarmante convinzione che il cerchio dell'esperienza pittorica figurativa sia da considerarsi chiuso e che nulla di veramente nuovo possa essere prodotto.

Decide quindi di abbandonare del tutto il disegno e la pittura.

Dal 2009 però l'esigenza di comunicare attraverso il mezzo grafico è tornata prepotente a farsi sentire.

Impegnato in esperienze di volontariato nate per venire incontro alle difficili condizioni degli anziani, realizza una serie di provocatorie tecniche miste improntate ad un realismo immaginario e simbolico volte a stimolare riflessioni sulle problematiche della terza età.

In parallelo realizza grandi oli iperrealisti in cui alcuni oggetti provano a “raccontare” o suggerire storie legate al vissuto e all'universo femminile, lasciando a chi si lascia coinvolgere la libertà e il piacere di immaginare.

<< …Roberto Orlandi mostra volti impigliati nelle ragnatele del disagio. Gli occhi urlano una sofferenza troppo spesso incomunicabile. E poi scarpe rosse su sedie sinuose, dentro un trolley, su un davanzale....che invitano a domandarsi quali circostanze abbiano portato alle situazioni rappresentate.>> (Egle Migliardi)

Dipinge anche accurati e minuziosi ritratti di volti femminili, ispirati in gran parte a personaggi letterari o teatrali.

Da alcuni anni vive in Piemonte ad Acqui Terme dove partecipa alle mostre e alle iniziative promosse dal circolo artistico “Mario Ferrari”