Torna in cima
 

ANDREA CARDIA


Seguire
Pittura, Disegno, Installazione ... 69 Abbonati Iscritto dal 2005
Italia

Aggiunto il 16 apr 2008
Link permanente | Commenti

FRAGILE

venerdì 25 Aprile 2008
domenica 4 Maggio 2008

FRAGILE
a cura di Sara Paradisi e Alessio Trapassi
con la partecipazione dell’ Associazione Culturale Spazio 126

La prestigiosa sede del Palazzo Comunale di Siena ospiterà dal 25 aprile al 4 maggio 2008 “Fragile”, collettiva di arte contemporanea a cura di Sara Paradisi e Alessio Trapassi, realizzata grazie al contributo dell’Amministrazione Comunale e con la partecipazione dell’Associazione Culturale Spazio 126.
La mostra sarà allestita nello spazio open air del Cortile del Podestà, sede storica di ogni presentazione del Palio.
Diciotto artisti provenienti da tutta Italia si confronteranno sulla fragilità umana, un concetto dalle infinite sfumature che solo l’arte con la sua espressività poliedrica può rendere nella sua totalità. Fragile come sinonimo di debole, gracile, delicato, portato a cedere ai vizi e alle tentazioni. Ma anche facile a spezzarsi o a rompersi. Quelli che verranno presentati sono tutti lavori di recente realizzazione, principalmente opere pittoriche e installazioni dal carattere prettamente figurativo.
Artisti presenti: Marco Acquafredda, Annalisa Avancini, Sergio Baldassini, Antonietta Campilongo, Riccardo Casaioli, Andrea Cardia, Sonja De Graaf, Pier Giorgio De Pinto, Giovanni Erbabianca, Rossella Fava, Ignazio Fresu, Valerio Funaro, Rivkah Hetherington, Gaspare Lombardo, Paola Magini, Jacopo Marchi, Federico Pacini, Andrea Volterra.
La mostra sarà accompagnata da un catalogo, con saggi a cura di sara Paradisi e Alessio Trapassi, il cui ricavato di vendita sarà devoluto in beneficenza a “Il laboratorio”, associazione onlus che opera presso i locali della Parrocchia del Beato Bernardo Tolomei in via Sansedoni a Siena, rivolgendosi a ragazzi disabili di tutte le età che vivono nella città fornendo loro assistenza e servizi ricreativi.

Fragile
dal 25 aprile al 04 maggio 2008
Palazzo Comunale – Cortile del Podestà
Piazza del Campo, 1 – Siena (53100)
+39 0577292226 (info)
orario: tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00
biglietti: ingresso libero
vernissage: 25 aprile 2008, ore 18.00

Aggiunto il 03 apr 2008
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Sarà presente alla mostra :

SCONFINAMENTI.ARTI,POPOLI,GENERAZIONI A CONFRONTO.

Roma,Museo Nazionale di Castel S.Angelo

8 Febbraio-20 Aprile .Curatore: SERGIO ROSSI .Presidente del Comitato Scientifico: CLAUDIO STRINATI

24 Aprile-11 Maggio Biennale delle Arti dell'Unita' d'Italia."Proposte per una Collezione".Caserta-Complesso Monumentale del Belvedere di Sal Leudio.

Aggiunto il 19 mar 2008
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Sarà presente alla mostra :

SCONFINAMENTI.ARTI,POPOLI,GENERAZIONI A CONFRONTO.

Roma,Museo Nazionale di Castel S.Angelo

8 Febbraio - 20 Aprile

Curatore: SERGIO ROSSI

Presidente del Comitato Scientifico: CLAUDIO STRINATI

Aggiunto il 31 gen 2008
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

Foibe: martiri dimenticati Roma -Rifugio Antiaereo del Palazzo degli Uffici di Eur S.p.A. dal 1 al 24 febbraio .Partecipa con opere realizzate a quattro braccia assieme all'artista Rocco Cerchiara

-Sarà presente alla mostra :

SCONFINAMENTI.ARTI,POPOLI,GENERAZIONI A CONFRONTO.

Roma,Museo Nazionale di Castel S.Angelo

8 Febbraio - 20 Aprile

Curatore: SERGIO ROSSI

Presidente del Comitato Scientifico: CLAUDIO STRINATI

Aggiunto il 16 gen 2008
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

-Sabato 26 Gennaio ore 21

Presso il duncan3.0 Domenica 27 Gennaio ore 20:

Inizia la Rassegna:

"TALENTI RECUPERATI DA UNA FINE CERTA"

Prima edizione

Rassegna Dedicata ad Artisti dai 30 Anni in poi.

Curata da Daniele Sterpetti

Partecipa al primo weekend della Rassegna

Foibe: martiri dimenticati Roma -Rifugio Antiaereo del Palazzo degli Uffici di Eur S.p.A. dal 1 al 24 febbraio .Partecipa con opere realizzate a quattro braccia assieme all'artista Rocco Cerchiara

-Sarà presente alla mostra :

SCONFINAMENTI.ARTI,POPOLI,GENERAZIONI A CONFRONTO.

Roma,Museo Nazionale di Castel S.Angelo

8 Febbraio - 20 Aprile

Curatore: SERGIO ROSSI

Presidente del Comitato Scientifico: CLAUDIO STRINATI

Aggiunto il 16 gen 2008
Link permanente | Commenti

Foibe :martiri dimenticati ..per spezzare la "congiura del silenzio"..

piazzale K.adenauder,8 Rifugio Antiaereo del palazzo degli uffici eur s.p.a.

venerdì 1 Febbraio 2008
domenica 24 Febbraio 2008

Con l’adesione del
Presidente della Repubblica


Con il patrocinio di

Assessorato alle Politiche Culturali





Associazione
Nazionale
Dalmata

Presentano la

M O S T R A

FOIBE: Martiri dimenticati
…Per spezzare la “congiura del silenzio”…


Roma - Rifugio Antiaereo del Palazzo degli Uffici di EUR S.p.A
piazzale K. Adenauer, 8
venerdì 1 febbraio – domenica 24 febbraio 2008

CONFERENZA STAMPA E INAUGURAZIONE
Roma – Palazzo degli Uffici di EUR S.p.A, Sala Quaroni
31 gennaio 2008, ore 17.00
Via Ciro il Grande, 16

COMUNICATO STAMPA

In occasione delle celebrazioni nazionali per la “Giornata del Ricordo” 2008, La Regione Lazio, EUR S.p.A l’Associazione Nazionale Dalmata e E-NVENT S.r.l, con l’adesione del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Provincia di Roma, grazie alla collaborazione di un prestigioso Comitato Scientifico presieduto dallo storico Luigi Papo e composto da autorevoli esponenti del mondo della cultura giuliano-dalmata, presentano “FOIBE: Martiri dimenticati”, la prima mostra mai realizzata, a carattere nazionale, interamente dedicata al drammatico eccidio delle Foibe.

Nella suggestiva sede del Rifugio Antiaereo del Palazzo degli Uffici di EUR S.p.a, la rassegna promossa dalla Regione Lazio, organizzata e realizzata dall’Associazione Nazionale Dalmata e da E-NVENT S.r.l e aperta al pubblico dal 1 al 24 febbraio 2008, vuole recuperare, attraverso documenti, filmati d’epoca e testimonianze originali, la memoria di un capitolo della storia del nostro Paese per troppo tempo dimenticato, per chi di quelle vicende non ha mai sentito parlare ed ha il dovere di conoscere e per chi, invece, quelle stesse vicende le ha subite ed ha il diritto di essere ricordato.

Obiettivo della rassegna è contribuire alla costruzione di una consapevole coscienza sociale, necessaria in un passaggio storico così delicato quale è quello che stiamo attraversando oggi, per la salvaguardia di valori imprescindibili per la collettività, come la crescita di una morale individuale attraverso una viva e concreta partecipazione alla storia e alla memoria del nostro Paese, sulle orme di quanto un anno fa aveva dichiarato il nostro Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, proprio in occasione della “Giornata del Ricordo” del 2007 in un toccante discorso:
(...) “va ricordato l'imperdonabile orrore contro l'umanità costituito dalle Foibe, ma egualmente l'odissea dell'esodo, e del dolore e della fatica che costò a fiumani, istriani e dalmati ricostruirsi una vita nell'Italia tornata libera e indipendente ma umiliata e mutilata nella sua regione orientale. E va ricordata (...) la “congiura del silenzio”, “la fase meno drammatica ma ancor più amara e demoralizzante dell'oblio.
Anche di quella non dobbiamo tacere, assumendoci la responsabilità dell'aver negato, o teso a ignorare, la verità per pregiudiziali ideologiche e cecità politica, e dell'averla rimossa per calcoli diplomatici e convenienze internazionali”.
(...) “Quel che si può dire di certo è che si consumò - nel modo più evidente con la disumana ferocia delle foibe - una delle barbarie del secolo scorso. Perché nel Novecento(...) si intrecciarono in Europa cultura e barbarie. E non bisogna mai smarrire consapevolezza di ciò nel valorizzare i tratti più nobili della nostra tradizione storica e nel consolidare i lineamenti di civiltà, di pace, di libertà, di tolleranza, di solidarietà della nuova Europa che stiamo da oltre cinquant’anni costruendo. E’ un’Europa nata dal rifiuto dei nazionalismi aggressivi e oppressivi, da quello espressosi nella guerra fascista a quello espressosi nell’ondata di terrore jugoslavo in Venezia Giulia, un’Europa che esclude naturalmente anche ogni revanscismo”.

La storia

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale a Trieste e in Istria (sino ad allora territorio italiano) la Liberazione avvenne per opera dell’esercito comunista jugoslavo, allora agli ordini del maresciallo Tito. 350.000 italiani abitanti dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia dovettero scappare ed abbandonare la loro terra, le case, il lavoro, gli amici e gli affetti, incalzati dalle bande armate jugoslave. Migliaia furono uccisi nelle Foibe o nei campi di concentramento titini. Il termine “Foiba”, dal latino “fovea”, significa fossa. Le Foibe sono voragini rocciose, a forma di imbuto rovesciato, create dall’erosione di corsi d’acqua che possono raggiungere i duecento metri di profondità. La “colpa” per cui le vittime - a guerra finita – vi furono gettate vive dentro, era solo quella di essere italiani e di non voler accettare di venir incorporati in un’altra nazione.
Sin dal 1943, si è scritto, emersero in tutta la loro violenza “giustizialismo sommario e tumultuoso, parossismo nazionalista, rivalse sociali e un disegno di sradicamento” della presenza italiana da quella che era, e cessò di essere, la Venezia Giulia.
Vi fu dunque un moto di odio e di furia sanguinaria, e un disegno annessionistico slavo, che prevalse innanzitutto nel Trattato di pace del 1947, e che assunse i sinistri contorni di una “pulizia etnica”.
Dopo circa mezzo secolo da quella primavera di sangue del ’45, precisamente nei primi anni ‘90, il muro dell’oblio e del silenzio ha cominciato a mostrare qualche incrinatura.
E’ del 3 novembre 1991 la storica visita a Basovizza del Capo dello Stato Francesco Cossiga, il quale chiese perdono per il silenzio che per cinquant’anni lo Stato e i partiti politici italiani avevano tenuto sulle tragedie del confine orientale. Ma solo nel 2004, lo stesso Parlamento, con la legge 92/2004 (la cosidetta “legge Menia”), approvata con voto quasi unanime, ha istituito la “Giornata del Ricordo”, ponendo ufficialmente fine all’oblio e alla rimozione.
Nel solco di questo importante progetto culturale è stata ideata e realizzata la mostra “FOIBE: Martiri dimenticati”.

La mostra

La mostra sarà allestita nella storica cornice del Rifugio Antiaereo del Palazzo degli Uffici, un bunker sotterraneo conservato come ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, con corridoi e diversi vani, porte blindate, doppi usci di ferro con gli spioncini, cartelli originali con le indicazioni per i rifugiati o, ancora, il gruppo elettrogeno azionato a pedali con due biciclette.
In questo contesto fortemente evocativo, il percorso espositivo si articolerà su più livelli di comunicazione. Il pubblico ripercorrerà i fatti tramite una ricostruzione rigorosamente scientifica del periodo storico illustrato, in una sorta di racconto per immagini che lo guiderà attraverso circa 100 foto che testimoniano i luoghi e i personaggi della tragedia, documenti, registri, cimeli e oggetti originali, giornali d’epoca e illustrazioni.
Cuore della mostra sarà la presentazione in anteprima del restauro del documentario storico “Foibe. Martiri dimenticati”, da cui la rassegna prende il nome, prodotto dall’Associazione Nazionale Dalmata e dall’editore Palladino. Si tratta del primo documentario a carattere scientifico presentato in Italia sul tema delle Foibe. Fu realizzato nel 1994, anche allora prodotto dall’Associazione Nazionale Dalmata, e curato dal presidente dell’Associazione Guido Cace, da Claudio Schwarzenberg, celebre avvocato ma soprattutto illustre studioso Fiumano e da Lucio De Priamo, avvocato romano che era in possesso del materiale video originale da cui poi è stato tratto il documentario. Il video, che allora fu distribuito in allegato al settimanale “Il Borghese” , si rivelò un documento shock per il pubblico di quegli anni, mostrando per la prima volta la tragedia delle Foibe in tutta la sua truce violenza. Oggi quella stessa testimonianza, così importante allora per aver squarciato il muro del silenzio sull’eccidio delle Foibe, viene riproposto al pubblico in versione restaurata con integrazioni di materiale inedito raccolto in questi anni di costante ricerca da parte degli studiosi, sull’argomento.
Sarà inoltre allestito uno spazio multimediale dove i visitatori potranno consultare volumi tematici sull’argomento e, soprattutto, assistere alla proiezione di interviste esclusive dello storico delle Foibe Luigi Papo, della professoressa Licia Cossetto, sopravvissuta all’eccidio delle Foibe e sorella della più sfortunata Norma Cossetto, martire torturata e infoibata, e dell’On. Roberto Menia, fautore della legge approvata dal Parlamento sulla “Giornata del Ricordo”.
Ma la rievocazione storica sarà affiancata da un forte richiamo emotivo, che stimolerà il visitatore oltre che con documenti storici e scientifici, attraverso alcune opere d’arte ispirate alla vicenda delle Foibe. Il percorso storico-didattico sarà infatti accompagnato da un gruppo di sette sculture che l’artista Giuseppe Mannino ha eseguito proprio sul tema delle Foibe in occasione di una mostra tenutasi a Berlino nel 2005 e le tele di Rocco Cerchiara e Andrea Cardia, tra le quali sarà esposto il trittico che ha prestato l’immagine guida alla manifestazione.

L’iniziativa è stata realizzata grazie al prezioso contributo di un prestigioso Comitato Scientifico presieduto dallo storico delle Foibe Luigi Papo e composto da il Prof. Mauro Miccio, Amministratore Delegato EUR S.p.A; il Sen. Lucio Toth, Presidente Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, lo stilista Ottavio Missoni, Sindaco “ad honorem” del Libero Comune di Zara in Esilio, l’On. Renzo ‘de Vidovich , Presidente Fondazione Rustia Traine, l’ Avv. Paolo Sardos Albertini, Presidente Lega Nazionale – Trieste, la prof.ssa Licia Cossetto sorella di Norma Cossetto, martire infoibata, Medaglia d’Oro al Valore Civile, il Dott. Franco Luxardo Sindaco del Libero Comune di Zara in Esilio, il Dott. Guido Cace, Presidente dell’Associazione Nazionale Dalmata, il Dott. Renzo Codarin, Presidente Federazione delle Associazioni Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati.
La rassegna è curata dalla storica dell’arte Carla Cace.

Sono partner della manifestazione:

La FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ESULI ISTRIANI, FIUMANI E DALMATI, la SOCIETÀ DI STUDI FIUMANI, la SOCIETÀ DALMATA DI STORIA PATRIA, l’ASSOCIAZIONE NAZIONALE VENEZIA GIULIA E DALMAZIA, la FONDAZIONE RUSTIA TRAINE, l’ASSOCIAZIONE DELLE COMUNITÀ ISTRIANE, l’UNIONE DEGLI ISTRIANI, la LEGA NAZIONALE.

Roma, Gennaio 2008






INGRESSO GRATUITO

Ingresso mostra: Roma, Rifugio Antiaereo del Palazzo degli Uffici di EUR S.p.A
piazzale K. Adenauer, 8

Orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle ore14,00 alle 18,00
Il sabato e la domenica dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle ore 14,00 alle18,00
Apertura straordinaria: 10 febbraio dalle ore 10,00 alle 18,00
Info: 06/54252213 06/54252133

Organizzazione:


Ufficio Stampa: Maria Stefanelli
cell. 338/3238254
e-mail.

Aggiunto il 11 gen 2008
Link permanente | Commenti

TALENTI RECUPERATI DA UNA FINE CERTA

sabato 26 Gennaio 2008
domenica 27 Gennaio 2008

Sabato 26 Gennaio ore 21
Domenica 27 Gennaio ore 20:
Inizia la Rassegna:
TALENTI RECUPERATI DA UNA FINE CERTA
Prima edizione
Rassegna Dedicata ad Artisti dai 30 Anni in poi.
Curata da Daniele Sterpetti
Partecipa al primo weekend della Rassegna:
Andrea Cardia (pittura)

Aggiunto il 11 gen 2008
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

-fino al 13 gennaio personale .."omini in scena" al Contestaccio Roma.

Sabato 26 Gennaio ore 21

Presso il duncan3.0 Domenica 27 Gennaio ore 20:

Inizia la Rassegna:

"TALENTI RECUPERATI DA UNA FINE CERTA"

Prima edizione

Rassegna Dedicata ad Artisti dai 30 Anni in poi.

Curata da Daniele Sterpetti

Partecipa al primo weekend della Rassegna:

Andrea Cardia (pittura)

Sarà presente alla mostra :

SCONFINAMENTI.ARTI,POPOLI,GENERAZIONI A CONFRONTO.

Roma,Museo Nazionale di Castel S.Angelo

8 Febbraio - 20 Aprile

Curatore: SERGIO ROSSI

Presidente del Comitato Scientifico: CLAUDIO STRINATI

Aggiunto il 06 gen 2008
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

-fino al 13 gennaio personale ..omini in scena al Contestaccio Roma.

Sabato 26 Gennaio ore 21

Domenica 27 Gennaio ore 20:

Inizia la Rassegna:

TALENTI RECUPERATI DA UNA FINE CERTA

Prima edizione

Rassegna Dedicata ad Artisti dai 30 Anni in poi.

Curata da Daniele Sterpetti

....................................................................

Partecipa al primo weekend della Rassegna:

Andrea Cardia (pittura)

Aggiunto il 26 set 2007
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

Aggiunto il 13 set 2007
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

- domenica 16 ore 19:00 al circolo degli artisti.

Aggiunto il 31 gen 2007
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

Aggiunto il 07 nov 2006
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanenete presso la Galleria "Gio'Art" di Lucca .Via dell'Anfiteatro 65.LUCCA.

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

-Vi aspetto il giorno nove novembre dalle 19:00 in poi al GLOSS in via monte della farina 43 per passare assieme una piacevole serata

Aggiunto il 07 nov 2006
Link permanente | Commenti

andrea cardia

via monte della farina 43

giovedì 9 Novembre 2006
mercoledì 15 Novembre 2006

Il Gloss Vi invita Giovedì nove novembre alle ore 19:00 all’inaugurazione della personale di Andrea Cardia

E’ l’essenza dell’essere umano il perno intorno al quale ruotano questi lavori di Andrea Cardia; la centralità della figura umana è sintesi e nel contempo genesi di un discorso più ampio che coinvolge tutto lo spazio circostante. Corpi che fuoriescono dalle tele/tavole attraverso una sapiente manualità che lavora la materia, la modella, la sovrappone, l’interpreta e la genera di nuovo dando vita ad opere che raccontano intimi dolori e universali affanni. Le schiene si curvano, le braccia coprono i volti o si protendono, il nudo riscopre la sua forma primordiale fatta di linee grezze e tratti decisi che si intrecciano tra di loro facendosi largo tra elementi “poveri” come lo stucco, la calce, pezzi di stoffa e giornale che assemblandosi tra di loro ricoprono come vesti membra e arti di uomini comuni.
I colori sono quelli della terra, quelli che sporcano e sfiancano, gli stessi che erigono quei confini netti che separano le nostre città dal blu del cielo, dal verde dei campi, gli stessi che giorno dopo giorno soffocano la nostra percezione del reale in cambio di false illusioni filtrate da schermi al plasma e da tubi catodici.
Passione intesa quasi come martirio; ed ecco comparire, nella sequenzialità di questi lavori, l’essere umano che cerca di rialzarsi, aggrapparsi, lottare sotto il peso della materia/ materialità che finisce comunque per schiacciarlo, seppellirlo fino a costringerlo a chiudersi nuovamente in se stesso, a proteggersi come meglio può.
Ciò che chiaramente colpisce in queste opere è la loro forte intensità, la loro “ densità” emotiva che prepotentemente invade chi le osserva lasciando una sorta di retrogusto amaro che se da un lato disturba “il palato” con le sue fastidiose verità, dall’altro sicuramente lascia in bocca quel sapore indistinguibile che solo ciò che ci riguarda intimamente possiede.

Francesca Sacerdoti


Aggiunto il 07 apr 2006
Link permanente | Commenti

Comunicato stampa

-Esposizione permanenete presso la Galleria "Gio'Art" di Lucca .Via dell'Anfiteatro 65.LUCCA.

-Esposizione permanente presso la galleria "Le .P.le Aldo Moro Latina

-Hype 8-28 Aprile Amsterdam. Bg Oosterdokskade 3-5 1011 ad Amsterdam

-Premio di pittura e scultura "Rocco Addamiano" 18 giugno 28 Giugno Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani.Nova Milanese via Giussaani 20054 (MI)

Aggiunto il 01 mar 2005
Link permanente | Commenti

Critica Valeria lombardi

Troppo spesso ormai nelle nostre frenetiche realtà siamo impreparati a gestire questo primordiale sentimento.
Certamente è un arte importante quella di Andrea Cardia perché ci permette di riflettere e meditare su cio’ che integralmente siamo.
Le figure immesse nella tela con un sapientissimo disegno grafico sono successivamente come impastate,invase,ricoperte da una lattea cromia che sembra non solo bagnarle ma ricoprirle quasi a volerle proteggere dall’esterno ostile che è anche metaforicamente il fondo dei suoi dipinti…un fondo tenacemente mosso,quasi sporco,graffiante e rabbioso.
Questo fondo sembra quasi muoversi in sincrono pari al dolore emanato dal protagonista delle opere.
E quel modo così forte, così palpabile di un disagio sembra rammentarci il guizzo espressivo dell’arte di Appel.
Si guardi al dipinto intitolato “Pazzia” per rivedere cio’ che ho appena enunciato.
Plaudo quest’arte che ci sa’ regalare,come due antagonisti, la Pace del segno grafico ed il piu’ profondo e cieco dolore nelle opere .

Valeria S.Lombardi
Dott.ssa Storia dell’arte contemporanea
Università Statale di Milano

Aggiunto il 01 mar 2005
Link permanente | Commenti

Le opere realizzate sono segnate da una grandissima intensità emotiva.
La materia macerata dell’impasto tonale si aggruma e si slabbra in un disegno
corroso dal gesto consumato di una pennellata incattivita. l’addensamento
frenetico della materia si esaspera nello squilibrio consapevole
di una sorda sgrammaticatura. Partendo dalla figurazione aggressiva ed
energica degli anni ‘80 come quella di Julian Schnabel, Cardia sembra
muoversi dal contesto del neoespressionismo internazionale con una sensibile
ed intensa cifra stilistica personale.

Paola Berardi (critica d’arte)

Aggiunto il 01 mar 2005
Link permanente | Commenti

Critica Francesca Sacerdoti

E’ l’essenza dell’essere umano il perno intorno al quale ruotano i lavori di Andrea Cardia; la centralità della figura umana è sintesi e nel contempo genesi di un discorso piu’ ampio che coinvolge tutto lo spazio circostante.
Corpi che fuoriescono dalle tele/tavole attraverso una sapiente manualità che lavora la materia,la modella,la sovrappone,l’interpreta e la genera di nuovo dando vita ad opere che raccontano intimi dolori e universali affanni.
Le schiene si curvano,le braccia coprono i volti o si protendono, il nudo riscopre la sua forma primordiale fatta di linee grezze e tratti decisi che si intrecciano tra di loro facendosi largo tra elementi “poveri” come lo stucco,la calce,pezzi di stoffa e giornale che assemblandosi tra di loro ricoprono come vesti membra e arti di uomini comuni.
I colori sono quelli della terra , quelli che sporcano e sfiancano,gli stessi che erigono quei confini netti che separano le nostre città dal blu del cielo,dal verde dei campi, gli stessi che giorno dopo giorno soffocano la nostra percezione del reale in cambio di false illusioni filtrate da schermi al plasma e da tubi catodici.
Passione intensa quasi come martirio;Ed ecco comparire , nella sequenzialità di questi lavori , l’essere Umano.
L’essere umano che cerca di rialzarsi ,aggrapparsi,lottare sotto il peso della materia/ materialità che finisce comunque per schiacciarlo,seppellirlo fino a costringerlo a chiudersi nuovamente in se stesso,a proteggersi come meglio puo’.
Cio’ che chiaramente colpisce in queste opere è la loro forte intensità,la loro”densità” emotiva che prepotentemente invade chi le osserva lasciando una sorta di retrogusto amaro che se da un lato disturba il “palato” con le sue fastidiose verita’, dall’altro sicuramente lascia in bocca quel sapore indistinguibile che solo cio’ che ci riguarda intimamente possiede.

Francesca Sacerdoti
Art Director e curatrice

“ Ci sarà sempre qualcuno che guarda le opere d’arte con la lente d’ingrandimento per cercare di vedere “COME” invece di usare il cervello ed immaginare “PERCHE’”.

Man Ray

Aggiunto il 01 mar 2005
Link permanente | Commenti

Critica Paola Berardi

Le opere sono segnate da una grandissima intensita' emotiva.
La materia macerata dell'impasto tonale si aggruma e si slabbra in un disegno corroso dal gesto consumato di una pennellata incattivita.L'addensamento frenetico della materia si esaspera nello squilibrio consapevole di una sorda sgrammaticatura.
Partendo dalla figurazione aggressiva ed energica degli anni 80 come quella di Julian Schnabel,Cardia sembra muoversi dal contesto del Neoespressionismo Internazionale con una sensibile ed intensa cifra stilistica personale.

Paola Berardi(Critica D'Arte)
Giorgio Guarnieri(critico D'Arte -Spazio Mostre)

Aggiunto il 01 mar 2005
Link permanente | Commenti

INTROSPEZIONI QUOTIDIANE

INTROSPEZIONI QUOTIDIANE


Presenze che invadono lo spazio, ovunque. Scatti fotografici che ci riguardano, da vicino. Lo specchio di un mondo che si svela in tutta la sua condizione mutevole.


Irrompendo con vitalità e un’ immersione nel colore, Andrea Cardia ci circonda con innumerevoli figure, creando un curioso scenario nel quale muoversi, attraverso un percorso che riflette in realtà una dimensione mentale. In questa invasione umana, di sapore Golcondiano, è possibile riconoscersi, soffermandosi con un po’ di attenzione e scoprendovi diverse condizioni dell’uomo contemporaneo.
Strizzando l’occhio a Michelangelo, passando per Picasso, giungendo fino a Pollock e sfruttando spesso materiali di riciclo come supporto, l’opera di Andrea Cardia si rivela una continua sorpresa.

Raffaella Aresu(curatrice )

Attività recente


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Dodi Ballada !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Christianmongenier ( l'Incompris ) !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Coco Sicart !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Viktoria Deri !

Lazzarini Ritratto Lazzarini Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
la-dipartita-in-giacca.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

REALLY Pretty your Art WORK, MY favourite It is ... Congratulation, haveba nice week


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

image.jpg
(Pittura, 100x100x2 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Lazzarini !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

image.jpg
(Pittura, 50x70x2 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Phillys !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

image.jpg
(Pittura, 60x40x2 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Reyes Solis Fernandez !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da ELEVEN !

Alain Grisel Ritratto Alain Grisel Seguire ha pubblicato un nuovo commento

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Alain Grisel !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Frédéric Durieu & Nathalie Erin !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

image.jpg
(Pittura, 100x70x2 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Jacky Duvigneau !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Kevin Bolliet !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Burcu Çakır !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da MedBerkane !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Andrea Vandoni !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Narinart Armgallery !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Víctor Diz !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Daniele Lucia !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Tucks !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire è ora seguito\a da Sara Maio !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Ancora
(Pittura, 100x70x3 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

PPP 94 anni
(Pittura, 100x70x5 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Al di là
(Pittura, 100x70x3 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue Eduardo Ramírez !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

L'ultima Cena
(Pittura, 100x200 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo commento
80x80 cm ©2007 da ANDREA CARDIA
attraverso... - Painting, 80x80 cm ©2007 da ANDREA CARDIA -

Herve Yann Dubois parce que vous êtes genre


Herve Yann Dubois Ritratto Herve Yann Dubois Seguire ha pubblicato un nuovo commento
80x80 cm ©2007 da ANDREA CARDIA
attraverso... - Painting, 80x80 cm ©2007 da ANDREA CARDIA -

effet merveilleusement rendu!!


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Al sicuro egli pensa (2)
(Pittura, 76.5x80.5x5 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Al Sicuro egli pensa
(Pittura, 240x270x5 cm)


Wilcox Ritratto Wilcox Seguire ha pubblicato un nuovo commento
150x100x2,5 cm © da ANDREA CARDIA
da dentro - Painting, 150x100x2,5 cm ©2015 da ANDREA CARDIA -

Superbement effrayant.


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

da dentro
(Pittura, 150x100x2,5 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Bozzetto per Murale "Finchè la Barca Va" 2014
(Disegno)


Herve Yann Dubois Ritratto Herve Yann Dubois Seguire ha pubblicato un nuovo commento
©2011 da ANDREA CARDIA
SCHIZZOGRAFIA 1 - Drawing ©2011 da ANDREA CARDIA -

tres beau ce long cou!!!


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Non sei nessuno
(Pittura)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue João Pery de Lind !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue rachid elmqaddem !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Ore
(Pittura)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Buona Notte
(Pittura, 70x50 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

man
(Pittura)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

ieri
(Pittura)


MANU SURREABULLISTE Ritratto MANU SURREABULLISTE Seguire ha pubblicato un nuovo commento
60x40 cm © da ANDREA CARDIA
Ora - Painting, 60x40 cm ©2015 da ANDREA CARDIA -

beau travail, mes compliments


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
l-infanzia-vola.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Thank you!!


phil colisov Ritratto phil colisov Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
l-infanzia-vola.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

When the doors of perception open all will become what it reallyis......Thanks!!


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Ora
(Pittura, 60x40 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

tariari (per rotacismo dal siciliano comune taliari = guardare, spiare)
(Pittura, 100x70 cm)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
Lassù - up there . là-haut - oben ..あそこで - .allí arriba - 在那里 - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Grazie


Marcelo Brito Ritratto Marcelo Brito Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
Lassù - up there . là-haut - oben ..あそこで - .allí arriba - 在那里 - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Muito legal! Me agrada muito a pintura espatulada.


Clea Burger Ritratto Clea Burger Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
Lassù - up there . là-haut - oben ..あそこで - .allí arriba - 在那里 - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

PARABÉNS...MUITO BONITO


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha caricato una nuova opera d'arte

Lassù - up there . là-haut - oben ..あそこで - .allí arriba - 在那里
(Pittura)


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
Arianna - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Mercì Maurice


Maurice Bellolo Ritratto Maurice Bellolo Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
Arianna - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

J'aime beaucoup cette peinture. Belle imagination.


Nacho Martínez Ritratto Nacho Martínez Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
omo-rapina-omo.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Interesting stuff! excellent color and composition.


Nacho Martínez Ritratto Nacho Martínez Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
omo-valigetta-e-pistola.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Nice artwork! Original!


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
verde-giallo-o-rosso.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Grazieeeee


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo commento
100x70 cm ©2007 da ANDREA CARDIA
foto_009.jpg - Painting, 100x70 cm ©2007 da ANDREA CARDIA -

Mercì Jacques !!


jacques stemer Ritratto jacques stemer Seguire ha pubblicato un nuovo commento
100x70 cm ©2007 da ANDREA CARDIA
foto_009.jpg - Painting, 100x70 cm ©2007 da ANDREA CARDIA -

Super vos peintures !


DS Abstract Art paintings Ritratto DS Abstract Art paintings Seguire ha pubblicato un nuovo commento
© da ANDREA CARDIA
verde-giallo-o-rosso.jpg - Painting ©2015 da ANDREA CARDIA -

Génial !


ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo annuncio

Improving The Neighbourhood By Decorating A 60 Meters Wall Over Two Weeks.
(Roma, Italia - Varie)

https://www.indiegogo.com/projects/decorating-a-60-meters-wall-over-two-weeks

My name is Andrea Cardia and I am a painter...

...I’ve just been authorized by Rome Municipality for the decoration of the external wall belonging to the Institute Sorelle della Misericordia located in Via Via Alberto da Giussano, 89, Pigneto area in Rome.

Why do I want to do it? For different reasons:

Because it is my home neighbourhood, where I lived for the last years. Now I’m moving out from it and I want to leave something which can artistically and aesthetically improve it.

Because I like to paint on large surfaces… and I think that a 60 meters long and 3,5 meters high wall is really a very nice size.

It is certainly a demanding and complex work, both from a composition and an artistic point of view. However, its positive aspects, in terms of neighbourhood requalification, have to be highlighted; in many European cities it is already in common use to let artists decorate buildings’ walls or surroundings walls and finally this is starting in Rome as well.

Continua a leggere
Improving the neighbourhood by decorating a 60 meters wall over two weeks.

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo annuncio

Improving The Neighbourhood By Decorating A 60 Meters Wall Over Two Weeks.
(Roma, Italia - Varie)

https://www.indiegogo.com/projects/decorating-a-60-meters-wall-over-two-weeks

My name is Andrea Cardia and I am a painter...

...I’ve just been authorized by Rome Municipality for the decoration of the external wall belonging to the Institute Sorelle della Misericordia located in Via Via Alberto da Giussano, 89, Pigneto area in Rome.

Why do I want to do it? For different reasons:

Because it is my home neighbourhood, where I lived for the last years. Now I’m moving out from it and I want to leave something which can artistically and aesthetically improve it.

Because I like to paint on large surfaces… and I think that a 60 meters long and 3,5 meters high wall is really a very nice size.

It is certainly a demanding and complex work, both from a composition and an artistic point of view. However, its positive aspects, in terms of neighbourhood requalification, have to be highlighted; in many European cities it is already in common use to let artists decorate buildings’ walls or surroundings walls and finally this is starting in Rome as well.

As you can see from the sketches the work will represent some urban scenes pictured in the style I use for my series "Ominidi" and if some other artist would like to participate I’ll leave some blank spaces corresponding to the placards included in the scenes.

· Of course no one will finance this project and this is the reason why I am asking for funds here: I’ll use the money for the equipment and the raw materials:

· Several quarts paint buckets, colour cans (varnish, acrylic), buckets of liquid protective sleeve, cement, plasters (take a look at my paintings and you will understand), pasting brushes, painting brushes of different sizes, putty knives, tens of colour sprays.

· Furthermore, since I don’t live in the neighbourhood anymore, I’ll often have to pay for an accommodation.

·

· My perks will go from heartfelt thanks by email, to sketches, drawings and up to paintings.

· Shouldn’t I manage to reach the sum I’m aiming at… I’ll find a way to sort it out with what I was able to collect.

Even if I only have two weeks available (I’m allowed to occupy the public land from October 1st to October 15th), I am confident of a successful outcome by working from morning to night. The performance will be filmed and photographed and I will be updating with photos and videos both this page and my Facebook page https://www.facebook.com/andreacardiapainter?fr... progressively as the work goes on.

If you don’t want to or cannot donate offer money, you could anyway make a substantial contribution by spreading this out on the internet.
https://www.indiegogo.com/projects/decorating-a-60-meters-wall-over-two-weeks

Continua a leggere
Improving the neighbourhood by decorating a 60 meters wall over two weeks.

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue David Huet !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo annuncio

Interessi Personali
(Ardea Rm, Italia - Varie)

PRESS RELEASE

“PERSONAL INTERESTS”


During the 53rd Venice Biennial, the MACIA Museum of Italian Contemporary Art in America located in San José (Costa Rica) will present the exhibition:

“Personal Interest”

Andrea Cardia, Alberto Felli, Marco Tarascio

The vernissage will take place on June, 26th 2009 at 4:30pm at the University Ca’ Foscari, Economy Faculty, San Giobbe (ex slaughterhouse). The exhibition will end on July, 26th 2009.
Curators: Francesco Elisei & Gregorio Rossi
From Mondays to Fridays 8:00am to 7:00pm. Saturdays 8:00am to 1:00pm


The 53rd International Exhibition of Art includes also 38 collateral events, organised by International bodies and Institutions that will prepare their exhibitions and initiatives in Venice in conjunction with the Biennial.
On June 26th the Museum of Italian Contemporary Art in America located in San José (Costa Rica) committed in promoting abroad the Italian contemporary art will examine the work of the following Italian artist: Andrea Cardia, Alberto Felli and Marco Tarascio.
From many years, the Museum curators’ work is dedicated to a politics of approach to the culture of Italian visual arts, where the search for modernity has to occur through its own roots.
The Museum gives room to the emerging Italian artists representatives of those aspects belonging to the Italian visual perception.

Continua a leggere
INTERESSI PERSONALI

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo annuncio

Foibe :dalla Tragedia All'esodo
(Ardea Rm, Italia - Varie)

MOSTRA

Foibe:
dalla Tragedia all’Esodo
“Contro la violenza dell’oblio”

Roma – Complesso del Vittoriano
Sacrario delle Bandiere
ingresso Ara Coeli
31 gennaio – 22 febbraio 2009

CONFERENZA STAMPA
Roma – Senato della Repubblica, Sala Caduti di Nassyria
Piazza Madama, 11
Mercoledì 28 gennaio 2009, ore 11.00


NOTA STAMPA


In occasione delle celebrazioni nazionali per il “Giorno del Ricordo” 2009, l’Associazione Nazionale Dalmata e E-NVENT, con il sostegno del Ministero della Difesa e della Fondazione Roma, e con il contributo di un prestigioso Comitato Scientifico presieduto dallo storico Luigi Papo e composto da autorevoli esponenti del mondo della cultura, presenteranno la mostra “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, evento istituzionale per commemorare le vittime delle Foibe.

Nella solenne e suggestiva sede del Sacrario delle Bandiere del Complesso del Vittoriano di Roma l’iniziativa, organizzata dall’Associazione Nazionale Dalmata in collaborazione con il Ministero della Difesa e la Fondazione Roma, e realizzata da E-NVENT, sarà aperta al pubblico dal 31 gennaio al 22 febbraio 2009. “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, che prosegue idealmente un progetto iniziato un anno fa, con la mostra “Foibe: martiri dimenticati” tenutasi presso il Rifugio Antiaereo del Palazzo Uffici all’EUR in occasione delle celebrazioni ufficiali per il Giorno del Ricordo 2008, si pone come obiettivo la prosecuzione del racconto di ciò che è accaduto dopo lo sterminio dell’infoibamento, con l’Esodo forzato dal confine orientale di circa 350.000 italiani.
L’evento vuole offrire al grande pubblico un’opportunità importante per affrontare il delicato tema del Ricordo. Una riflessione dovuta sulla tragedia che ha coinvolto la popolazione del confine orientale italiano dopo la seconda guerra mondiale, nel solco di un impegno civile che dal 2004, anno in cui fu approvata dallo stesso Parlamento con voto quasi unanime la legge 92/2004 promossa dall’on. Roberto Menia (attuale sottosegretario al Ministero dell’Ambiente) sulla commemorazione del “Giorno del Ricordo” , ha avviato un processo istituzionale di recupero della memoria collettiva dopo un agghiacciante silenzio che ha coinvolto il Paese per quasi sessanta’anni. Perché, come spiega il noto scrittore Claudio Magris, “ricordare le vittime è un modo forte di render loro giustizia contro la violenza dell’oblio che, come una violenza ulteriore oltre a quella da loro subita, tende a cancellarle dal mondo, a colpirle due volte”.


Il percorso espositivo sarà distribuito in due grandi aree tematiche: una dedicata alle Foibe ed una all’Esodo. Una lunga e dettagliata raccolta di circa 100 foto, secondo una ricostruzione rigorosamente scientifica del periodo storico illustrato, racconterà i luoghi e i personaggi della tragedia, i documenti, gli oggetti della vita quotidiana di quegli anni, i giornali dell’epoca.
Il percorso sarà affiancato da aree di approfondimento diversificate. Una sala cinema dove saranno proiettati due documentari: “Foibe. Martiri dimenticati”, prodotto dall’Associazione Nazionale Dalmata e dall’editore Palladino e “Esodo. L’Italia dimenticata”, prodotto dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e dal Centro Studi Padre Flaminio Rocchi.
Uno spazio multimediale dove il pubblico potrà consultare volumi tematici sull’argomento e una serie di interviste video a testimoni ed esperti.
La narrazione dei fatti sarà inoltre supportata da un forte richiamo emotivo, che vuole stimolare il visitatore attraverso alcune opere d’arte direttamente ispirate alla vicenda delle Foibe. Il percorso storico-didattico è infatti accompagnato da un gruppo di dodici sculture, che l’artista Giuseppe Mannino ha eseguito proprio sul tema delle Foibe in occasione di una mostra tenutasi a Berlino nel 2005, e da tre tele monumentali realizzate a quattro mani degli artisti Rocco Cerchiara e Andrea Cardia appositamente per la mostra, sul tema delle Foibe e dell’Esodo, tra cui l’opera che ha prestato l’immagine guida alla manifestazione.
La rassegna è curata dalla storica dell’arte Carla Cace, l’allestimento è a cura di Matteo Signori.

Roma, gennaio 2009


INGRESSO GRATUITO

Ingresso mostra: Roma, Complesso del Vittoriano, Sacrario delle Bandiere, ingresso Ara Coeli

Date: 31 gennaio – 22 febbraio 2009

Orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle ore 9,30 alle 15,00


Continua a leggere
FOIBE :dalla tragedia all'esodo

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo annuncio

Foibe:dalla Tragedia All’Esodo
(Ardea Rm, Italia - Varie)

MOSTRA

Foibe:
dalla Tragedia all’Esodo
“Contro la violenza dell’oblio”

Roma – Complesso del Vittoriano
Sacrario delle Bandiere
ingresso Ara Coeli
31 gennaio – 22 febbraio 2009

CONFERENZA STAMPA
Roma – Senato della Repubblica, Sala Caduti di Nassyria
Piazza Madama, 11
Mercoledì 28 gennaio 2009, ore 11.00


NOTA STAMPA


In occasione delle celebrazioni nazionali per il “Giorno del Ricordo” 2009, l’Associazione Nazionale Dalmata e E-NVENT, con il sostegno del Ministero della Difesa e della Fondazione Roma, e con il contributo di un prestigioso Comitato Scientifico presieduto dallo storico Luigi Papo e composto da autorevoli esponenti del mondo della cultura, presenteranno la mostra “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, evento istituzionale per commemorare le vittime delle Foibe.

Nella solenne e suggestiva sede del Sacrario delle Bandiere del Complesso del Vittoriano di Roma l’iniziativa, organizzata dall’Associazione Nazionale Dalmata in collaborazione con il Ministero della Difesa e la Fondazione Roma, e realizzata da E-NVENT, sarà aperta al pubblico dal 31 gennaio al 22 febbraio 2009. “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, che prosegue idealmente un progetto iniziato un anno fa, con la mostra “Foibe: martiri dimenticati” tenutasi presso il Rifugio Antiaereo del Palazzo Uffici all’EUR in occasione delle celebrazioni ufficiali per il Giorno del Ricordo 2008, si pone come obiettivo la prosecuzione del racconto di ciò che è accaduto dopo lo sterminio dell’infoibamento, con l’Esodo forzato dal confine orientale di circa 350.000 italiani.
L’evento vuole offrire al grande pubblico un’opportunità importante per affrontare il delicato tema del Ricordo. Una riflessione dovuta sulla tragedia che ha coinvolto la popolazione del confine orientale italiano dopo la seconda guerra mondiale, nel solco di un impegno civile che dal 2004, anno in cui fu approvata dallo stesso Parlamento con voto quasi unanime la legge 92/2004 promossa dall’on. Roberto Menia (attuale sottosegretario al Ministero dell’Ambiente) sulla commemorazione del “Giorno del Ricordo” , ha avviato un processo istituzionale di recupero della memoria collettiva dopo un agghiacciante silenzio che ha coinvolto il Paese per quasi sessanta’anni. Perché, come spiega il noto scrittore Claudio Magris, “ricordare le vittime è un modo forte di render loro giustizia contro la violenza dell’oblio che, come una violenza ulteriore oltre a quella da loro subita, tende a cancellarle dal mondo, a colpirle due volte”.


Il percorso espositivo sarà distribuito in due grandi aree tematiche: una dedicata alle Foibe ed una all’Esodo. Una lunga e dettagliata raccolta di circa 100 foto, secondo una ricostruzione rigorosamente scientifica del periodo storico illustrato, racconterà i luoghi e i personaggi della tragedia, i documenti, gli oggetti della vita quotidiana di quegli anni, i giornali dell’epoca.
Il percorso sarà affiancato da aree di approfondimento diversificate. Una sala cinema dove saranno proiettati due documentari: “Foibe. Martiri dimenticati”, prodotto dall’Associazione Nazionale Dalmata e dall’editore Palladino e “Esodo. L’Italia dimenticata”, prodotto dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e dal Centro Studi Padre Flaminio Rocchi.
Uno spazio multimediale dove il pubblico potrà consultare volumi tematici sull’argomento e una serie di interviste video a testimoni ed esperti.
La narrazione dei fatti sarà inoltre supportata da un forte richiamo emotivo, che vuole stimolare il visitatore attraverso alcune opere d’arte direttamente ispirate alla vicenda delle Foibe. Il percorso storico-didattico è infatti accompagnato da un gruppo di dodici sculture, che l’artista Giuseppe Mannino ha eseguito proprio sul tema delle Foibe in occasione di una mostra tenutasi a Berlino nel 2005, e da tre tele monumentali realizzate a quattro mani degli artisti Rocco Cerchiara e Andrea Cardia appositamente per la mostra, sul tema delle Foibe e dell’Esodo, tra cui l’opera che ha prestato l’immagine guida alla manifestazione.
La rassegna è curata dalla storica dell’arte Carla Cace, l’allestimento è a cura di Matteo Signori.

Roma, gennaio 2009


INGRESSO GRATUITO

Ingresso mostra: Roma, Complesso del Vittoriano, Sacrario delle Bandiere, ingresso Ara Coeli

Date: 31 gennaio – 22 febbraio 2009

Orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle ore 9,30 alle 15,00

Info: 06/47355002

Organizzazione:


Continua a leggere

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ha pubblicato un nuovo annuncio

Foibe: Dalla Tragedia All’Esodo
(Ardea Rm, Italia - Varie)

MOSTRA

Foibe:
dalla Tragedia all’Esodo
“Contro la violenza dell’oblio”

Roma – Complesso del Vittoriano
Sacrario delle Bandiere
ingresso Ara Coeli
31 gennaio – 22 febbraio 2009

CONFERENZA STAMPA
Roma – Senato della Repubblica, Sala Caduti di Nassyria
Piazza Madama, 11
Mercoledì 28 gennaio 2009, ore 11.00


NOTA STAMPA


In occasione delle celebrazioni nazionali per il “Giorno del Ricordo” 2009, l’Associazione Nazionale Dalmata e E-NVENT, con il sostegno del Ministero della Difesa e della Fondazione Roma, e con il contributo di un prestigioso Comitato Scientifico presieduto dallo storico Luigi Papo e composto da autorevoli esponenti del mondo della cultura, presenteranno la mostra “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, evento istituzionale per commemorare le vittime delle Foibe.

Nella solenne e suggestiva sede del Sacrario delle Bandiere del Complesso del Vittoriano di Roma l’iniziativa, organizzata dall’Associazione Nazionale Dalmata in collaborazione con il Ministero della Difesa e la Fondazione Roma, e realizzata da E-NVENT, sarà aperta al pubblico dal 31 gennaio al 22 febbraio 2009. “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, che prosegue idealmente un progetto iniziato un anno fa, con la mostra “Foibe: martiri dimenticati” tenutasi presso il Rifugio Antiaereo del Palazzo Uffici all’EUR in occasione delle celebrazioni ufficiali per il Giorno del Ricordo 2008, si pone come obiettivo la prosecuzione del racconto di ciò che è accaduto dopo lo sterminio dell’infoibamento, con l’Esodo forzato dal confine orientale di circa 350.000 italiani.
L’evento vuole offrire al grande pubblico un’opportunità importante per affrontare il delicato tema del Ricordo. Una riflessione dovuta sulla tragedia che ha coinvolto la popolazione del confine orientale italiano dopo la seconda guerra mondiale, nel solco di un impegno civile che dal 2004, anno in cui fu approvata dallo stesso Parlamento con voto quasi unanime la legge 92/2004 promossa dall’on. Roberto Menia (attuale sottosegretario al Ministero dell’Ambiente) sulla commemorazione del “Giorno del Ricordo” , ha avviato un processo istituzionale di recupero della memoria collettiva dopo un agghiacciante silenzio che ha coinvolto il Paese per quasi sessanta’anni. Perché, come spiega il noto scrittore Claudio Magris, “ricordare le vittime è un modo forte di render loro giustizia contro la violenza dell’oblio che, come una violenza ulteriore oltre a quella da loro subita, tende a cancellarle dal mondo, a colpirle due volte”.


Il percorso espositivo sarà distribuito in due grandi aree tematiche: una dedicata alle Foibe ed una all’Esodo. Una lunga e dettagliata raccolta di circa 100 foto, secondo una ricostruzione rigorosamente scientifica del periodo storico illustrato, racconterà i luoghi e i personaggi della tragedia, i documenti, gli oggetti della vita quotidiana di quegli anni, i giornali dell’epoca.
Il percorso sarà affiancato da aree di approfondimento diversificate. Una sala cinema dove saranno proiettati due documentari: “Foibe. Martiri dimenticati”, prodotto dall’Associazione Nazionale Dalmata e dall’editore Palladino e “Esodo. L’Italia dimenticata”, prodotto dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e dal Centro Studi Padre Flaminio Rocchi.
Uno spazio multimediale dove il pubblico potrà consultare volumi tematici sull’argomento e una serie di interviste video a testimoni ed esperti.
La narrazione dei fatti sarà inoltre supportata da un forte richiamo emotivo, che vuole stimolare il visitatore attraverso alcune opere d’arte direttamente ispirate alla vicenda delle Foibe. Il percorso storico-didattico è infatti accompagnato da un gruppo di dodici sculture, che l’artista Giuseppe Mannino ha eseguito proprio sul tema delle Foibe in occasione di una mostra tenutasi a Berlino nel 2005, e da tre tele monumentali realizzate a quattro mani degli artisti Rocco Cerchiara e Andrea Cardia appositamente per la mostra, sul tema delle Foibe e dell’Esodo, tra cui l’opera che ha prestato l’immagine guida alla manifestazione.
La rassegna è curata dalla storica dell’arte Carla Cace, l’allestimento è a cura di Matteo Signori.

Roma, gennaio 2009


INGRESSO GRATUITO

Ingresso mostra: Roma, Complesso del Vittoriano, Sacrario delle Bandiere, ingresso Ara Coeli

Date: 31 gennaio – 22 febbraio 2009

Orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle ore 9,30 alle 15,00

Info: 06/47355002

Organizzazione:


Continua a leggere
Foibe: dalla Tragedia all’Esodo

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue Carlo Labieni !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue ANDREA CARDIA !

ANDREA CARDIA Ritratto ANDREA CARDIA Seguire ora segue Angry Again !