BLACK FRIDAY
Fino a -70%
Non in vendita
23,09 USD
Consegna in Stati Uniti inclusa
Qualità Museo
Sostenere gli artisti contemporanei
23,09 USD
33,03 USD
134,24 USD
33,96 USD
1885 x 2415 px
Quest'immagine è disponibile per lo scaricamento con una licenza.
33,96 USD
135,83 USD
282,98 USD

Daniele Bassi

00014 (1999)

Tipo di opera d'arte
Dimensioni
27,6x19,7 in
Temi correlati
Supporto o superficie
Tela
Paesaggio invernale lombardo. Inzago. Villa sulle sponde del naviglio Martesana. A proposito di quest'opera: Classificazione, tecniche & Stili Impressionismo Édouard Manet (1832-1883)...
Paesaggio invernale lombardo. Inzago. Villa sulle sponde del naviglio Martesana.
Daniele Bassi
Seguire
Nato a Milano il 16 gennaio 1973, bresciano d’adozione, ha scelto di vivere e lavorare a Bovegno, storico centro minerario e ridente località alpina dell’alta Valle Trompia....

Nato a Milano il 16 gennaio 1973, bresciano d’adozione, ha
scelto di vivere e lavorare a Bovegno, storico centro minerario
e ridente località alpina dell’alta Valle Trompia.
Il suo laboratorio è a due passi dalla splendida Ca de le bàchere
(casa dei ciclamini), ove Angelo Canossi, il più significativo
poeta dialettale bresciano, trascorse i suoi più prolifici periodi
di creazione letteraria.
Nell'anno 1997, in età matura, Daniele Bassi si avvicina al
mondo del disegno artistico, frequentando i corsi della Scuola
Superiore d'Arte Applicata del Castello Sforzesco di Milano, per
poi respirare l’aria delle “botteghe d'arte” dei pittori Milanesi.
Si dedica alla pittura per tre anni, concretizzando le sue
aspirazioni artistiche in numerose mostre collettive e, in
particolare, contribuendo all’attività culturale del circolo dei
pittori di Melzo.
Nel 2000, interrompe l'attività artistica per dedicarsi
interamente alla professione di tecnologo, collaborando con
aziende multinazionali dell’engineering, negli ambiti
dell’industria chimica e petrolchimica.
Ritorna alla sua vera passione nel 2017, affinandosi nel
disegno e nella pittura ad olio.
Nello stesso anno, aderisce all'associazione di artisti bresciani
A.A.B.; riprende lo studio del disegno affiancato dal M° Enrico
Schinetti ed aiutato dai preziosi consigli del pittore gardonese
William Fantini, ritrattista ufficiale dell’Ateneo bresciano.
Lontanissimo dalle ambizioni iperrealiste, Daniele Bassi
sceglie quali suoi riferimenti irrinunciabili e costanti la tecnica
e le suggestioni degli impressionisti francesi e dei macchiaioli
lombardi, nel pregevole sforzo di sviluppare una sua personale
interpretazione della ritrattistica, del paesaggismo, nonché
delle “nature morte”, in cui da sempre, per vero ed innato
talento, eccelle.
Le sue opere sono ispirate dalla bellezza del reale:

"Prima di cercare di rappresentare ciò che
elabora la mia mente, mi piacerebbe
imparare a rappresentare ciò che vedono i
miei occhi e la mia anima."

Suoi lavori sono parte di numerose e prestigiose collezioni
italiane.

Dal 19 marzo 2018 al 14 maggio 2018 partecipa all'evento Golosi d'arte esponendo le sue opere per due mesi presso lo storico albergo ristorante Fantello situato nel centro storico di Monza.

Maggio 2018 partecipa alla mostra collettiva "Ricognizione 2018" presso la sede dell'associazione AAB.

Giugno 2018 partecipa alla mostra collettiva delle opere degli allievi di ABB presso il salone della sede bresciana.

Vedere più a proposito di Daniele Bassi

7,1x5,1 in
Non in vendita
31,5x47,2 in
2.194,78 USD
11,8x15,8 in
668,48 USD
10,2x14,2 in
602,67 USD

Artmajeur

Ricevi la nostra newsletter per appassionati d'arte e collezionisti