Back to top

Hai saputo creare il momento dell’attesa (ch’è un momento statico, ma pure d’agitazione) racchiuso tra il movimento violento dei fiori e del vento che appare quasi palpabile e il cielo minaccioso, instabile e inquieto.
Ho visto il resto dei tuoi quadri… e tutti esternano uno stato d’animo preciso: calmo e sereno attraverso un campo di “girasoli” ; riflessivo di fronte un “mare d’inverno”; depresso e solo facendo scivolare l’anima su specchi di “pozzanghere”; impaurito e disorientato con un “11/9”; speranzoso illuminato dalla luce dei “binari”… e potrei continuare fino ad elencarli tutti.
Riesci ad esprimere esattamente quello che vuoi comunicare… sia che utilizzi verdi paesaggi o sterili palazzi multicolori nel farlo… Tutti i tuoi quadri hanno un’anima e ognuno di loro è prezioso…

Erika Mellone

Luigi Torre