Non in vendita

Stefania Colizzi

Fuoco (2010)

Tipo di opera d'arte
Dimensioni
19,7x0,8 in
tecniche
Fuoco - amore - tentativo di essere con l'altro
Stefania Colizzi
Seguire
STEFANIA COLIZZINata a Napoli, qui vive e continua la sua ricerca artistica.Allieva in giovane età del Maestro G. Bocchetti.Allieva dal 1986 al 1989 del Maestro S. Longo.Studi eseguiti presso...

STEFANIA COLIZZI
Nata a Napoli, qui vive e continua la sua ricerca artistica.
Allieva in giovane età del Maestro G. Bocchetti.
Allieva dal 1986 al 1989 del Maestro S. Longo.
Studi eseguiti presso l’Accademia di Belle Arti, successivamente studi di Archeologia Medievale e tecniche iconografiche.
Mostre effettuate in Italia ed all'Estero: Pozzuoli, Bacoli, Cuma, Napoli, Caserta, Nola, Scafati, Sorrento, Gaeta, Roma, Viterbo, Pescocostanzo, Pescara, Milano, Venezia, Nizza, Parigi, Provenza, Bruxelles.
ARTISTA CON QUOTAZIONE D'ASTA - BRUXELLES- DAMIEN LECLERE

Recensioni critiche: Emanuela Dho, Chiara Ciappelloni, Gennaro Oliviero (curatore del Giardino di Babuk ), Femmin Art Rewiew, Brigitte Camus, Maria De Michele , Beppe Palomba, Domenico Raio, Serena Carlino, Josè Van Roy Dalì, Antonella Nigro.

Articoli: Il Roma, L’Espresso Napoletano, Il Mattino, La Repubblica, Napoli Village, Corriere della sera, Lo strillo, Il mondo di Suk, Effetto Arte di Paolo Levi.
Pubblicazioni: Catalogo Internazionale di Bruxelles –Damien Leclere, Femmin Art Rewiew , Expoart (settembre/ottobre 2013) Alcovacreativa, Liberarti, Catalogo Internazionale Artista nella storia.Effetto Arte (maggio/giugno - luglio/agosto 2014 - gennaio/febbraio 2015). Artista presente nella Collezione Artisti di Vittorio Sgarbi.

Esperta di tecniche pittoriche medievali , amante del restauro di libri antichi e di tele, da sempre ho seguito con approfondimenti e studi personali tutto ciò che concerne la ricerca e l’utilizzo di forme e materiali.
La mia esperienza artistica, è frutto di un’esigenza di ricerca del “vero e reale” nella sua espressione visiva che spazia dal figurato surreale all’astratto simbolico. Non a caso, in molte opere ho volutamente esasperato l’utilizzo dei simbolismi per “saturare l’acquisizione dell’immagine e, spingere l’attenzione sul colore più che sulla stesura dell’opera che assurge un compito “guida” alla percezione del contenuto.
La contaminazione dei simboli e dei colori, eccessivi e, d’impatto, invita alla riflessione, unitamente al titolo dell’opera che, il più delle volte è una simpatica provocazione che, suggerisce la traccia tematica dell’elaborazione e la lettura dell’opera stessa.


Vedere più a proposito di Stefania Colizzi

1,2x0,4 in
Non in vendita
15,8x19,7 in
Non in vendita
7,9x1,2 in
Venduto
23,6x0,8 in
Non in vendita

Artmajeur

Ricevi la nostra newsletter per appassionati d'arte e collezionisti