Mario Fanconi


Pittura 71 Abbonati Iscritto dal 2017
Ponte Capriasca, Svizzera

Ritorna alla lista Aggiunto il 15 set 2020


Critica Franco Bulfarini

Il Maestro Mario Fanconi, da autodidatta, con le sue opere seppe far crescere uno stile indipendente, sia pure legato ad una figurazione attenta alle lezioni dell' impressionismo, ma anche congeniale ad una visione elegante e moderna di cogliere ed esprimere il mondo sensibile e della natura.

Tanto il disegnato quanto le tecniche a pastello, che gli olii su tela o canapa, attestano il talento dell'artista e ne definiscono lo stile, che in alcune opere, appare estremamente raffinato, al contempo, leggiadro, sciolto ed efficace sul piano estetico e dell'espressione intima, questa legata ad una sensibilità che appare non comune nel saper cogliere le sfumature-cromatiche.

I colori spesso a macchie, appaiono vivaci e ben contrastati, mai eccessivi, capaci di raccogliere valori luministici in modo attento ed esemplare, con sufficiente disinvoltura e padronanza.

Una pittura onesta che si dipana al fruitore per il piacere visivo che produce, per la poiesi interiore che si rivela, per l'amore indubbio dell'artista per la vita, che esterna in ogni tocco, come se ad uscire fossero le pulsioni più profonde dell'animo.

La forza dei colori è,per il maestro Fanconi, modo imprescindibile per comunicare le proprie emozioni, mentre il tocco leggiadro esalta una  visione armoniosa di grande effetto, dinamica e distintiva.

Di ottima qualità anche i lavori a pastello, tecnica insidiosa per molti artisti che invece il nostro maestro domina con sicurezza, dimostrando di aver saputo far proprie le lezioni dei grandi artisti del passato.

Essere autodidatti in pittura non è quasi mai pregiudizievole quando l'artista  si attrezza colmando i vuoti di conoscenza con la modestia dell'impegno quotidiano del fare e del vedere, sono sempre passione,rigore e talento che fanno la differenza.

Si è detto di quest'artista che ha saputo produrre" un'arte generosa " .

Certamente questo è è stato possibile poiché la comunicazione artistica di Fanconi è andata di pari passo ,con le emozioni, cromaticamente plasmate sulla tela,con uso attento di diverse tecniche e senza esasperate sperimentazioni formali.

I quadri di Fanconi sono una tranquillizzante proposizione di immagini, che avvalano la luce, il silenzio, la poesia,che sanno ritagliare come altri hanno detto "un'angolo di pace in una società che ha fatto della violenza e della volgarità i suoi vessilli." 

Nel 75 Fanconi espose alla "Galleria al Ponte" a Ponte Tresa (Varese) ;nel 1979 presso la Banca Unione di Credito; nel 1992 presso "Centrum Art Gallery" di Chiasso;nel periodo 1993/2002 è presente con le sue opere alla "Galleria Lanfogti" a Rivera Monteceneri.

Dopo la sua morte, sua figlia Lucillane tiene vivo il ricordo, con mostre tenute nel 2015 presso "Casa Battaglini"a Cagiallo , nel 2016 /2018 presso l'Oratorio S. Rocco a Ponte Capriasca e con quelle che seguiranno. Questo arista merita di essere valorizzato perché le sue opere sono quanto mai vive, con il loro carico di bellezza e emozionaltià.


 

Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento! Accedi

Puoi essere il primo a lasciare un commento!