CYBER MONDAY
Fino a -70%
Uno dei più grandi musei del mondo va a NFT

Uno dei più grandi musei del mondo va a NFT

Jean Dubreil | 2 set 2021 2 minuti di lettura
 

Il Museo dell'Ermitage della Russia venderà arte sotto forma di gettoni non fungibili. Gli NFT sono oggetti digitali che hanno un certificato di autenticità. Includeranno la Madonna Litta di Leonardo da Vinci e opere di Vincent Van Gogh e Claude Monet.


Il Museo dell'Ermitage della Russia è la più grande collezione d'arte al mondo. Martedì ha annunciato che avrebbe venduto diversi capolavori sotto forma di gettoni non fungibili.

L'asta sarà gestita dal mercato Binance NFT e dal museo con sede a San Pietroburgo, a partire da martedì 31 agosto e proseguirà fino al 7 settembre 2021, secondo l'Hermitage.

Un NFT (un numero per oggetti digitali) è un oggetto digitale che ha un certificato di autenticità. Viene creato utilizzando la tecnologia blockchain, che è alla base della criptovaluta. Non può essere alterato o contraffatto. Gli NFT sono diventati una merce ricercata negli ultimi anni. Alcuni NFT stanno ora vendendo per svariati milioni di dollari.

Un numero limitato di NFT sarà pubblicato da The Hermitage, tra cui una copia digitale della Madonna Litta di Leonardo da Vinci e opere di Vincent Van Gogh e Claude Monet.

Ogni lotto partirà da 10.000 USD. Questa criptovaluta traccia il dollaro USA ed è il prezzo di partenza. Il museo riceverà tutti i proventi. Ogni NFT arriverà in due copie: una per il museo e una per l'acquirente. I metadati della NFT includeranno la firma di Mikhail Piotrovsky, direttore dell'Hermitage. Piotrovsky ha dichiarato nella dichiarazione che "L'Ermitage, un innovatore conservatore e un museo conservatore che utilizza le tecnologie più recenti",

L'Eremo è stato fondato nel 1764 e si trova all'interno dell'ex residenza invernale delle famiglie imperiali russe. Ospita oltre tre milioni di opere d'arte.

articoli Correlati

Artmajeur

Ricevi la nostra newsletter per appassionati d'arte e collezionisti