Tutti i consigli per prenderti cura della tua Collezione d'Arte

Tutti i consigli per prenderti cura della tua Collezione d'Arte

Bastien Alleaume | 23 apr 2021 7 minuti di lettura
 

Sia che tu scelga di acquistare arte per investire o per soddisfare la tua ricerca estetica, è fondamentale porre particolare cura nella conservazione delle tue opere al fine di evitare danni dovuti al tempo o danni irreversibili.

Oggi condividiamo con voi i consigli essenziali per custodire la vostra preziosa collezione d'arte.

Honoré Daumier, Gli amanti della pittura , 1860-1865. Museo Boijmans Van Beuningen, Rotterdam.

1. Per dipinti, telai e simili

  • Scegliere la giusta posizione per appendere

Come si può immaginare, la vernice, anche verniciata, può essere portata a subire deterioramenti legati a vari fattori ambientali . È quindi necessario prestare particolare attenzione alla posizione in cui appendere la propria opera preferita, ma anche prestare molta attenzione alle opere conservate quando non si dispone di spazio sufficiente sulle pareti per presentare l'intera collezione.

Il peggior nemico del sole è sicuramente il sole. Per evitare screpolature e scolorimento indesiderate, non esporre mai ( o solo per brevi periodi ) la tua opera d'arte alla luce solare diretta . Anche l'ambiente generale intorno alla tua tela sarà controllato: i tuoi dipinti possono infatti accumulare rapidamente un sottile strato di polvere (vedi sotto) e inquinanti di ogni tipo: particelle di fumo di sigaretta (ingiallimento) di oli da cucina, o macchie ed escrementi di insetti . È ovviamente impossibile escludere la vostra raccolta da tutti questi potenziali danni, ma posizionatela lì in modo che sia il meno possibile a contatto con questi generatori di sporco : evitiamo quindi lavori troppo costosi in cucina o nelle vicinanze. , e nel soggiorno se sei un fumatore.

È inoltre preferibile evitare atmosfere troppo brutali per la conservazione delle proprie opere. Infatti, umidità , caldo o freddo estremo possono creare crepe e rughe indesiderate sulle tue opere preferite. Dimentichiamo quindi le sale espositive in una mansarda senza riscaldamento e/o aria condizionata, in una cantina o in qualsiasi altro spazio in cui le stagioni alterano improvvisamente la temperatura. Si consiglia inoltre di non appendere tele di pregio sopra un termosifone .

Marta Zawadaska, Luna , 2021 .

  • Manutenzione e conservazione

La polvere, invece, è inevitabile. Per risolvere questi inconvenienti che si accumulano in modo discreto ma sicuro sulla superficie dei vostri tessuti, dovrebbe essere sufficiente una pulizia delicata con un panno morbido e pulito , se non notate crepe sulla superficie del tessuto. Evitiamo a tutti i costi l'uso di acqua e prodotti per la casa che potrebbero danneggiare la pittura e la vernice.

Volevi un'ambientazione per sublimare il tuo capolavoro? I professionisti consigliano di evitare le cornici sotto vetro , che impediscono alla tela di respirare. Optando per una cornice semplice ( senza vetro ), o in una specifica cornice in PVC ( plexiglass ), eviterai problemi di umidità e condensa , soprattutto quando le tue tele subiranno lievi sbalzi atmosferici durante tutto l'anno. .

  • Suggerimenti per la conservazione

Quando riponi i tuoi quadri, sia per rinnovarne l'esposizione sia per prepararli al trasporto, assicurati che nessun oggetto prema contro la superficie della tela . I tessuti classici ( cotone e lino ) tendono a rilassarsi sotto l'effetto del peso. Anche nel caso di oggetti leggeri e di aspetto poco nitido, il contatto ripetuto con la tela può avere intense conseguenze sulla rigidità del tuo lavoro . In questa logica, evita anche di impilare i tuoi lavori in piano, uno sopra l'altro, quando li riponi. Pochi pezzi di cartone tra ogni pezzo riposto in posizione verticale possono essere sufficienti per garantire la conservazione ideale dei tuoi capolavori.

Poiché le tele sono realizzate con materiali che traspirano, faremo anche a meno dell'uso della plastica ( casse, sacchetti con cerniera, ecc.) per la conservazione . Per riporre le tue opere o coprirle durante un lungo periodo di assenza, consigliamo l'utilizzo di teli in cotone , che, oltre a prevenire la comparsa di muffe come con le casse di plastica, prevengono anche il naturale accumulo di polvere .

Oleksandr Balbyshev, Chris , 2017.

2. Per le opere su carta: stampe, incisioni, litografie e simili

Per il bene delle tue litografie e altri lavori su carta, ti consigliamo anche di proteggerli dalla luce solare diretta . Evitiamo anche i luoghi troppo umidi o troppo caldi : la carta è fragile e può, nel tempo, sbriciolarsi quando si decide di rimuoverla dalla cornice.

Salvador Dalì, I sogni drolati di Pantagruel , 1973.

Per l'inquadratura vi consigliamo di investire in vetri antiriflesso , trattati contro i raggi UV . Ciò proteggerà la tua opera d'arte dagli effetti dannosi dei raggi del sole e consentirà anche una contemplazione più piacevole della tua opera d'arte. Anche il tappetino, il retro della cornice e gli eventuali adesivi di finitura devono essere privi di acidi , per evitare che l'umidità raggiunga la stampa e la danneggi.

3. Per sculture in bronzo, legno e metallo

La manutenzione di una scultura dipende principalmente da cosa è fatta . Come puoi immaginare, una scultura in marmo sarà naturalmente più facile da pulire e conservare rispetto a una scultura in cartone.

  • Per sculture in bronzo

Il bronzo è un materiale non molto fragile, che attraversa facilmente i secoli. Tuttavia, ti consigliamo di evitare luoghi troppo caldi, troppo freddi o troppo umidi . Questo potrebbe cambiare il colore della patina ( superficie del bronzo ), che è essenziale preservare se non si desidera chiamare un professionista del restauro prima di una potenziale rivendita.

Raffaella Benetti, Danzatrice .

Le sculture in bronzo generalmente non hanno bisogno di essere pulite, a parte una periodica spolverata con un panno morbido e pulito, o con l' aspirapolvere . Se vuoi rimuovere una macchia sul tuo bronzo, puoi usare un sapone neutro con poca acqua , ma evitiamo l'uso di prodotti per la casa le cui composizioni scure potrebbero essere incompatibili con la patina della tua scultura.

  • Per sculture in legno

A differenza del bronzo, il legno è un materiale molto più fragile e soggetto alle alterazioni del suo ambiente, soprattutto quando non è verniciato. Se hai appena acquistato una sublime scultura in legno, non trascurare questi diversi punti:

  • Evitare luoghi troppo umidi e troppo secchi , vicino a termosifoni, prese d'aria e aria condizionata. Il legno è un materiale igroscopico : assorbe l'umidità naturalmente presente nell'aria. Se è troppo umido, il legno si gonfia, e se è troppo secco, si restringe.

  • Evitiamo luoghi alla luce diretta del sole: il legno sbiadisce facilmente ei raggi del sole fanno invecchiare prematuramente la vernice. Niente di molto incoraggiante per la conservazione ottimale della tua scultura, quindi.

  • Installa la tua scultura su uno scaffale, un piedistallo o un piedistallo. Gli insetti sono i peggiori nemici di una scultura in legno. Rompendo i legami tra la tua scultura e il terreno , eviti l'accesso agli insetti striscianti , che spesso fanno i danni maggiori. Ispezionare regolarmente la tua scultura ti permetterà anche di proteggerti da infestazioni indesiderate e dal degrado irreversibile del tuo lavoro.

Cécile Devezeaux De Lavergne, Buddha , 2013.

Infine, per quanto riguarda la regolare manutenzione della tua scultura, ti consigliamo di spolverarla con un panno morbido se è liscia e/o verniciata. Altrimenti opteremo invece per una spazzola con setole morbide , per evitare che le fibre del tessuto si aggrappino alle asperità del tuo lavoro. Qualunque cosa accada, non utilizzare mai acqua e prodotti per la casa per pulire la tua scultura in legno, con il rischio di danneggiarla irreversibilmente.

  • Per sculture in metallo

Mantenere una scultura in metallo è un gioco da ragazzi, poiché questo materiale non ha eguali nella sua resistenza agli agenti atmosferici e alla goffaggine. Tuttavia, se noti delle impurità sulla tua scultura ( impronte, macchie ), ti consigliamo vivamente di spolverare sempre il tuo lavoro (con un panno morbido e pulito) prima di pulirlo in modo più dettagliato . Ciò impedirà l'abrasione e la comparsa di graffi sulla superficie della tua scultura.

Ase, uccelli gru in ottone su parete 4 uccelli .

Più in generale, e anche se ad alcuni di voi può sembrare scontato, vi consigliamo di controllare periodicamente lo stato delle vostre opere . Capita spesso che installiamo un'opera, e dopo qualche tempo ci dimentichiamo della sua esistenza. Se l'opera soffre di scolorimenti o screpolature è sicuramente perché non è collocata al posto giusto. Agire rapidamente aiuta a ridurre al minimo i danni prima che diventino irreversibili.

Infine, se si notano danni a una tela pregiata ( strappi, cedimenti, crepe, ecc.), è spesso preferibile rivolgersi a un professionista piuttosto che provare a ripararla da soli . Una riparazione mal eseguita può ridurre drasticamente il valore di un'opera d'arte, e sarebbe un peccato sprecare tempo e denaro in un'operazione che potrebbe essere facilmente eseguita da un professionista con le competenze e gli strumenti necessari per ottenere una riparazione di qualità senza alterare il valore della tua acquisizione artistica.

articoli Correlati

Artmajeur

Ricevi la nostra newsletter per appassionati d'arte e collezionisti