251,55 USD
34,90 USD
628 x 960 px
Quest'immagine è disponibile per lo scaricamento con una licenza.
34,90 USD
139,60 USD
290,83 USD

Andrea Collemaggio

Fiori in un vaso arancione (2020)

Tipo di opera d'arte
Dimensioni
11,8x7,9 in
Supporto o superficie
Legno
Incorniciatura
No
una grande stanza e al centro un vaso arancione pieno di fiori senza perimetro, liberi Collemaggio Umbria Italia Terni La natura per sua definizione è viva, ma diventa morta quando la si toglie dal suo habitat come accade al fiore reciso dalla pianta. Chi disegna compie quindi una sfida: ritrae un fiore destinato a morire e così lo rende eterno.
una grande stanza e al centro un vaso arancione pieno di fiori senza perimetro, liberi Collemaggio Umbria Italia Terni La natura per sua definizione è viva, ma diventa morta quando la si toglie dal suo habitat come accade al fiore reciso dalla pianta. Chi disegna compie quindi una sfida: ritrae un fiore destinato a morire e così lo rende eterno.

Temi correlati

CollemaggioUmbriaTerniTernitudineFiori In Un Vaso

Andrea Collemaggio
Seguire
Andrea Collemaggio è nato a Terni, Italia, il 08.03.1973 dove risiede e lavora. La sua professione è quella di Agente Assicurativo ed esprime la sua passione per l’arte dipingendo da autodidatta curioso. Riprodurre...

Andrea Collemaggio è nato a Terni, Italia, il 08.03.1973 dove risiede e lavora. La sua professione è quella di Agente Assicurativo ed esprime la sua passione per l’arte dipingendo da autodidatta curioso. Riprodurre oggetti, paesaggi industriali e personaggi di fantasia, consente di trovare uno spazio vitale rigenerante tra molteplici impegni della vita quotidiana. Pitturare è quindi un atto creativo  di meditazione finalizzata a far fluire energie psichiche per osservarle e vivere il presente.

Sui progetti delle nature morte e del lavoro confida:

’’ … i vasi simboleggino l’arrestarsi della vita, la natura che si blocca in una profonda  contemplazione. Ciascun vaso evoca le sfumature della natura umana: sanguigno, flemmatico, razionale, schivo.  

I dipinti con paesaggi industriali e quelli che ritraggono artigiani e operai rappresentano la virtù, cioè il lavoro, il perfezionamento dell’uomo, la costruzione delle competenze anche come collettiva evoluzione generazionale."  

L’essere umano è imperfetto ma anche perfettibile, si distingue dai più sofisticati dispositivi tecnologici attraverso cose come l’emotività, l’esaltazione, la malattia e ancora in generale per tutti quegli elementi ritenuti “inutili” secondo l’efficacia di un robot impeccabile e che ispira sempre la riduttiva denominazione umana di “professionale ed efficiente”. La forza e completezza dell'essere umano è e sarà sempre l’individualità, la spontaneità, la creatività e ovviamente l’errore anche nelle opere d'arte.

                                                                   

Vedere più a proposito di Andrea Collemaggio

55,1x86,6 in
1.022,82 USD
27,6x15 in
192,22 USD
15,8x11,8 in
192,22 USD
27,6x17,3 in
Non in vendita

Artmajeur

Ricevi la nostra newsletter per appassionati d'arte e collezionisti