Alessandro Lisci

Polizia di Stato in Piazza di Sant' Egidio (2008)

Tipo di opera d'arte
Quest'opera è una "Open Edition"
Dimensioni
Diverse taglie disponibili
Supporto o superficie
Numerosi supporti disponibili (Carta per belle arti, Stampa su metallo, Stampa su tela)
Incorniciatura
Framing disponibile (Cornice galleggiante + sotto vetro, Frame + Sotto vetro acrilico)
Roma sicura , il fotografo invisibile

Resoconto del reportage notturno svolto a Roma nel corso di quattro notti tra il 30 ottobre e l’8 dicembre 2008 tra i presidi delle forze dell’ordine

Nell’arco di 4 uscite notturne compiute nella fascia oraria che va dalle 4.30 alle 6.00, quella notoriamente adatta per compiere gli attentati, ho documentato come carabinieri, polizia di stato e vigili urbani preposti alla vigilanza di obiettivi ritenuti sensibili, svolgano la loro delicata mansione dormendo...
Roma sicura , il fotografo invisibile

Resoconto del reportage notturno svolto a Roma nel corso di quattro notti tra il 30 ottobre e l’8 dicembre 2008 tra i presidi delle forze dell’ordine

Nell’arco di 4 uscite notturne compiute nella fascia oraria che va dalle 4.30 alle 6.00, quella notoriamente adatta per compiere gli attentati, ho documentato come carabinieri, polizia di stato e vigili urbani preposti alla vigilanza di obiettivi ritenuti sensibili, svolgano la loro delicata mansione dormendo o nella migliore delle ipotesi guardando film sul video del computer. Qui di seguito la cronaca di questo servizio, che non è stato realizzato in digitale bensì in diapositive.

Giovedì 30 ottobre
- Alle 5.30 passando per Trastevere noto che gli agenti di guardia alla sede della comunità di Sant’Egidio, cui è stata lanciata una fatwa di morte da un gruppo di integralisti islamici e che doveva accogliere in visita George Bush nell’estate del 2007, dormono profondamente all’interno della loro volante di presidio nell’omonima piazza.
Corro allora in casa per prendere la fotocamera, il cavalletto, lo scatto flessibile e riuscire ad immortalare questo momento.
Tornato in piazza di Sant’Egidio, mentre gli agenti continuano a dormire, monto la fotocamera sul cavalletto così da poter sfruttare l’illuminazione stradale e scattare senza flash delle fotografie nitide da più posizioni, impiegando anche 30 secondi per una singola foto .
Agisco indisturbato per tutto il tempo necessario cioè almeno 7 minuti, sotto lo sguardo delle telecamere e a brevissima distanza dagli agenti.
- Sono quasi le 6.00 di mattina quando in Piazza di Monte Savello, angolo via del Portico d’Ottavia, fotografo, indisturbato e a pochi metri di distanza, il sonno profondo di un carabiniere e la distrazione di un suo collega che legge un libro a bordo della gazzella che dovrebbe presidiare il Tempio ebraico dal lato sud.

Mercoledì 3 Dicembre
-Intorno alle 4.30 esco per una ricognizione in bicicletta e sorprendo davanti al Senato della Repubblica un carabiniere incollato a guardare un film sul monitor del pc in dotazione nel gabbiotto in via della Dogana Vecchia angolo piazza di san’Eustachio.
Ancora una volta, sotto lo sguardo delle telecamere che qui sono capillarmente diffuse, agisco indisturbato nel perlustrare la zona alla ricerca di un buon punto da dove da breve distanza possa riprendere l’agente. L’attrezzatura fotografica è assicurata con degli elastici allo scheletro della mia mountain bike.

-Poco dopo sono nella piazza storica della fontana di Trevi dove, di fronte la fontana e all’angolo con via di San Vincenzo, staziona come di consueto una pattuglia dei vigili urbani che ormai senza sorpresa trovo a dormire ben sistemati all’interno dell’abitacolo dell’auto di servizio.
Li fotografo da due posizioni differenti piazzando senza fretta la mia attrezzatura in mezzo alla strada e a brevissima distanza dalla pattuglia. Non li sveglia neanche un barbone che passando dà un calcio ad una bottiglia.

Giovedì 4 Dicembre
-E’ la volta di un carabiniere che riprendo a dormire nel suo gabbiotto in via del Tempio angolo via Catalana, lato est del Tempio ebraico, piazzando indisturbato la mia attrezzatura sul marciapiede poco distante. Passa in quel mentre un camioncino dell’Ama che non distoglie però il carabiniere dal mondo dei sogni.

- Mi precipito, sempre in bicicletta, in piazza della Rotonda al Pantheon per immortalare un altro equipaggio dei vigili urbani di scorta al prezioso monumento che dorme saporitamente con i sedili ribaltati all’angolo con la Salita de’ Crescenzi.

-Ripasso quindi davanti al Senato e colgo due carabinieri che all’interno del loro gabbiotto in Largo Giuseppe Toniolo sono intenti a vedere un film.

Lunedì 8 Dicembre
Immortalo con l’obbiettivo della mia reflex:

-un equipaggio della polizia che dorme a bordo della volante mentre “protegge”, in Largo Chigi, la presidenza del Consiglio dei Ministri;

-una coppia dormiente di agenti di ps durante il consueto turno in piazza di Sant’Egidio,

-un carabiniere scelto che dorme seduto con la testa appoggiata a un braccio all’interno del gabbiotto in via del Quirinale angolo via della Consulta, da dove dovrebbe sorvegliare la residenza del Presidente della Repubblica. Sono ormai quasi le sei di mattina ma il carabiniere non si dimostra minimamente disturbato dai lampeggianti e dal fragore delle automobili che iniziano a scorregli davanti. L’unico infastidito, peraltro, sono io, per via dei controluce che mi costringono a ripetere più volte il fatidico scatto.
La caccia è finita.

Alessandro Lisci
Alessandro Lisci
Seguire
Italia

Vedere più a proposito di Alessandro Lisci

Diverse dimensioni
Stampe
Diverse dimensioni
Stampe
Diverse dimensioni
Stampe
Diverse dimensioni
Stampe

Artmajeur

Ricevi la nostra newsletter per appassionati d'arte e collezionisti