Back to top

Saverio MAGNOSaverio MAGNO Follow

Back to profile Galleries
Saverio MAGNO

Saverio MAGNO
(1959- )
Nationality: it Italy


10 artworks   Artistic domains : Mixed Media, Painting

Teorico della Tridimensionalità Binoculare nella “NUOVA VISIONE SPAZIALE”, coltiva l'arte dal 1977.

Saverio MAGNO è nato in Puglia nel 1959; dopo gli studi di progettista meccanico, ha lasciato la Puglia per trasferirsi nel Veneto e poi a Roma negli anni 80. Nella capitale l’artista approfondisce gli studi di disegno anatomico, studi delle teorie di CHEVREUL per l’uso del colore, studi di prospettiva e studi personali della visione tridimensionale, teorizzando la TRIDIMENSIONALITA' BINOCULARE e LA NUOVA VISIONE SPAZIALE.
Dopo un breve periodo, vissuto in provincia di Mantova, nel 1994 si trasferisce nelle Marche, a San Benedetto del Tronto.
Nel 1991 viene invitato all’Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea, Palazzo degli affari di Firenze.
Da quel punto in poi inizia un percorso in ascesa che lo impegna in eventi nazionali, internazionali e premi d'arte importanti.
Nel 1993 , su invito di Donat CONENNA, partecipa alla XXX edizione del Premio Ambiente presso la Galleria del Sempione di Arona, dove gli viene conferita la Pagina d’Oro con medaglia d’oro da parte della giuria composta tra gli altri da Gillo Dorfles, Everardo Dalla Noce, Ettore Mo, e Luigi Bovio.
Nel 2006 viene invitato allo showroom della Salmoiraghi & Viganò di Castel di Lama in provincia di Ascoli Piceno, per la presentazione della NUOVA VISIONE SPAZIALE, in una personale dal titolo “Anche l’Occhio vuole la sua Arte”.
Nel 2009 viene invitato dal comitato scientifico Mons. Marco FRISINA , Prof. Alfonso GAMBACURTA, Mons. Giullermo KARCHER, Dott.ssa Paola LI VOLSI, Mons. Giangiulio RADIVO, Dott.ssa Stefania SEVERI, Mons. Martin VIVIES, tra 27 Artisti Europei, per la mostra Sacra “ Patroni d'Europa e dei Paesi dell'Unione Europea” – “Basilica di Santa Maria in Montesanto”, Piazza del Popolo- Roma a cura di Stefania SEVERI, e presso il ”Museo Diocesano”, Piazza Armerina – Enna.

Si interessano alla sua arte critici d'arte di nome e riviste ufficiali; entra pertanto in mensili e volumi della Mondadori Editore. Alla sua attività artistica viene dato ampio rilievo nel catalogo “Immagine E STRUTTURA “ a cura di Paolo Levi, presentando 20 nuovi artisti all’attenzione del pubblico (Mondadori), nel volume FENICE 2000 (Arte contemporanea Italiana), con la consulenza di Luciano Caramel, nel volume IL METAFORMISMO a cura di Giulia Sillato (Mondadori), nel volume L’ARTE e il TEMPO – CITTA’EXPO 2015 a cura di Giulia Sillato e Giammarco Puntelli (Mondadori) e nel Catalogo d’Arte Moderna – CAM, Mondadori.


Riconoscimenti

Nel 1990 vince per riconosciuti meriti artistici la Medaglia Pico della Mirandola, nel 1991 la medaglia del Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, nel 1999 vince il 1° Premio Truentum di Martinsicuro (TE) e nel 2000 il 1° premio al Concorso grafico pittorico “IMAGO CHRISTI” indetto dal Comune di Arquata del Tronto per il Giubileo 2000.
Teorico della Tridimensionalità Binoculare nella “NUOVA VISIONE SPAZIALE”, coltiva l'arte dal 1977.

Saverio MAGNO è nato in Puglia nel 1959; dopo gli studi di progettista meccanico, ha lasciato la Puglia per trasferirsi nel Veneto e poi a Roma negli anni 80. Nella capitale l’artista approfondisce gli studi di disegno anatomico, studi delle teorie di CHEVREUL per l’uso del colore, studi di prospettiva e studi personali della visione tridimensionale, teorizzando la TRIDIMENSIONALITA' BINOCULARE e LA NUOVA VISIONE SPAZIALE.
Dopo un breve periodo, vissuto in provincia di Mantova, nel 1994 si trasferisce nelle Marche, a San Benedetto del Tronto.
Nel 1991 viene invitato all’Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea, Palazzo degli affari di Firenze.
Da quel punto in poi inizia un percorso in ascesa che lo impegna in eventi nazionali, internazionali e premi d'arte importanti.
Nel 1993 , su invito di Donat CONENNA, partecipa alla XXX edizione del Premio Ambiente presso la Galleria del Sempione di Arona, dove gli viene conferita la Pagina d’Oro con medaglia d’oro da parte della giuria composta tra gli altri da Gillo Dorfles, Everardo Dalla Noce, Ettore Mo, e Luigi Bovio.
Nel 2006 viene invitato allo showroom della Salmoiraghi & Viganò di Castel di Lama in provincia di Ascoli Piceno, per la presentazione della NUOVA VISIONE SPAZIALE, in una personale dal titolo “Anche l’Occhio vuole la sua Arte”.
Nel 2009 viene invitato dal comitato scientifico Mons. Marco FRISINA , Prof. Alfonso GAMBACURTA, Mons. Giullermo KARCHER, Dott.ssa Paola LI VOLSI, Mons. Giangiulio RADIVO, Dott.ssa Stefania SEVERI, Mons. Martin VIVIES, tra 27 Artisti Europei, per la mostra Sacra “ Patroni d'Europa e dei Paesi dell'Unione Europea” – “Basilica di Santa Maria in Montesanto”, Piazza del Popolo- Roma a cura di Stefania SEVERI, e presso il ”Museo Diocesano”, Piazza Armerina – Enna.

Si interessano alla sua arte critici d'arte di nome e riviste ufficiali; entra pertanto in mensili e volumi della Mondadori Editore. Alla sua attività artistica viene dato ampio rilievo nel catalogo “Immagine E STRUTTURA “ a cura di Paolo Levi, presentando 20 nuovi artisti all’attenzione del pubblico (Mondadori), nel volume FENICE 2000 (Arte contemporanea Italiana), con la consulenza di Luciano Caramel, nel volume IL METAFORMISMO a cura di Giulia Sillato (Mondadori), nel volume L’ARTE e il TEMPO – CITTA’EXPO 2015 a cura di Giulia Sillato e Giammarco Puntelli (Mondadori) e nel Catalogo d’Arte Moderna – CAM, Mondadori.


Riconoscimenti

Nel 1990 vince per riconosciuti meriti artistici la Medaglia Pico della Mirandola, nel 1991 la medaglia del Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, nel 1999 vince il 1° Premio Truentum di Martinsicuro (TE) e nel 2000 il 1° premio al Concorso grafico pittorico “IMAGO CHRISTI” indetto dal Comune di Arquata del Tronto per il Giubileo 2000.