Back to top
 

Angelucci Luisa


Follow
Painting, Drawing 36 Followers Member since 2015
Berlin, Germany

Activity on Artmajeur

21,088 | Views
86 | Added to collections
36 | Followers
5 | Reviews
10 | Followed artists
5 | My favorite artworks

Contact Artist

Message 01733124269


Berlin, Germany

Member since Dec 16, 2015
Last modification date : Apr 25, 2019

Biography

“Sono nata nel 1981 , ad Ascoli Piceno . Fino all’adolescenza ho vissuto a Trisungo , piccola frazione del comune di Arquata del Tronto . Già dall’infanzia, avevo spiccate doti artistiche, che si espandevano dal disegno, alla scrittura, e anche al canto. Fu anche questo, un motivo per cui scelsi di frequentare la scuola di stilista di moda , credendo che fosse una via per la mia creatività, ma non proseguii, per mancanza di interesse verso il mondo dello stilismo. Ero una persona riservata, ed i preconcetti sociali che si avevano ed hanno verso la figura dell’artista come scelta di vita , non facilitarono la mia strada, anzi, spesso ero richiamata all’obbligo del guadagno ,alla ricerca del posto fisso e dello stipendio mensile .

La mia famiglia ha origini modeste, il suo piu’ grande aiuto e’ stato quello di lasciarmi libera di scegliere, anche se ho sbagliato tante volte , perche’ quella libertà era difficile da gestire .

I miei lavori erano sopratutto su carta ,a carboncino, ed ancora non sapevo cosa fosse essere un’artista, ero una ragazza che sperimentava le sue doti , cercava il bello nelle immagini , e creava d’istinto , senza direzione .

A 19 anni circa mi trasferii a Roma , ai miei genitori dissi che ” volevo fare l’artista “, ma a dire il vero non sapevo come . Mi imbattei in svariati lavori, ed ogni volta che tornavo a casa, il blocco ed i colori erano li ad aspettarmi . Mi capitava di lavorare su commissione , loghi , ritratti,disegni nei locali , ma qual’era la strada ? Era un pò come trasformare un diamante grezzo , e quel diamante ero io .

Nel 2007 decisi di girare l’Italia e parte dell’Europa su di un camper ,disegnando su tessuto a mano libera , fu una bellissima esperienza, durata circa tre anni, mi permise di conoscere molta gente , e diverse realtà .

Nel 2010 vado a Panarea, dove vivrò per circa 8 mesi , e qui qualcosa cambia . I miei disegni cambiano, incontrano il colore, e sopratutto incontrano l’astratto . Abbandono l’immagine, l’estetica , le forme , i profili, ed inizio a parlare tramite le sfumature e le tinte .

Proprio come nell’apprendimento di un bambino, i miei quadri, iniziano a scoprire un nuovo linguaggio.

In seguito mi straferisco a Londra,qui, resterò circa un’anno,incontro una realtà diversa, un affaccarsi all’arte contemporanea, una città multiculturale , diversa dall’Italia, una città veloce ed attiva . Esporrò dei miei dipinti in alcune gallerie , e venderò i miei lavori lungo il Tamigi .

Dopo Londra, la Germania, con Berlino, dove vivo da piu’ di quattro anni .

La mia vita d’artista da quando sono qui, e’ cambiata , mentre prima dicevo “io devo essere un’artista” ora dico “io sono un’artista”, questa e’ la maggior differenza .

Ho trovato il pubblico tedesco , interessato all’arte , non condizionato da preconcetti e da falsi canoni . Nonostante io possa avere nostalgia delle mie montagne e della Bellezza dell’Italia, qui ho avuto la visione di una dimensione piu’ chiara, concentrata sull’individuo .

Da circa due anni ho deciso di essere l’artista Angelucci Luisa, e costruire il mio Alter Ego, sul mio nome . Ho approfondito studi sull’esoterismo e sulle meccaniche del cervello , continuo a cercare nessi , per portare nell’arte messaggi chiari , anche se paradossalmente esprimo gran parte delle mie opere in forma astratta .

Dipingo e raffiguro concetti , non voglio che il quadro sia bello , ma voglio che il quadro sia “vero” , che esprima IL messaggio, e non UN messaggio . Lavoro sugli archetipi, sulle reazioni del Cervello , sui tarocchi , sulle leggi della fisica , etc …E cerco di semplificare visioni ermetiche, per renderle fluibili a tutti .

La mia e’ una ricerca, e l’arte un tramite , di una cosa che già esiste , ed io voglio “illuminarla “.

Lavoro con collezionisti , tedeschi e non, espongo in diversi Locali , partecipando a collettive e di tanto in tanto facendo personali.

La mia ultima ” vittoria ” e’ stata a Roma, ho ricevuto il primo premio per il quadro ” IN PRINCIPIO ERA IL VERBO” .

Il Contest, e’ stato realizzato nelle Sale del Bramante, dall’associazione Eureka Arte, e vi partecipavano 50 Artisti Intenazionali .

L’opera vincitrice esprime tramite forma astratta , un triangolo all’interno di un cerchio, a sua volta all’interno di un quadrato, sta a significare , L’IDEA (Triangolo) L’AZIONE (Cerchio) REALIZZAZIONE (Quadrato) . Il meccanismo di ogni cosa , che necessita di questi tre passaggi , per avere la concretezza .

I lavori futuri , nell’immediato stò lavorando ad un progetto che rappresenterà 10 talismani , in relazione ai 10 archetipi .Per ora rimango ancora a Berlino, ma in realtà aspiro ad essere ovunque .

2016/03/04/luisa-angelucci-un-diamante-italiano-a-berlino/

Oltre alla pittura un'altra mia passione è' la poesia, ho due libri nel cassetto, che sperano di essere forse tradotti e pubblicati ,e diversi reading tra l'Italia , Londra e Berlino.

_______________________________________________________________________________________________________
Luisa Angelucci ist am 13.12.1981 in Ascoli Piceno (Italien) geboren.

1999 schließt sie die Schule für Modeschöpfer in Ascoli Piceno erfolgreich mit dem Diplom ab.
Ab dem Jahr 2000 besucht sie die italienische Akademie für Mode, Kunst und Design in Rom und vertieft dort ihre Kenntnisse im technischen und künstlerischen Zeichnen und der künstlerischen Ausdrucksformen.
Anschließend absolviert sie verschiedene weiterführende Kurse zur klassischen und zeitgenössischen darstellenden Kunst.
In Rom erlernt sie bei dem Künstler Mario Ceroli die Bildhauertechniken, um ihre Kenntnisse der Ausdrucksformen in der darstellenden Kunst weiter zu vertiefen.
Im Laufe der Zeit hat sie geisteswissenschaftliche und esoterische Studien betrieben und bringt die gewonnenen Erkenntnisse in ihrer Kunst zum Ausdruck, wobei sie sich in ihren Bildern, Skulpturen und Performances unterschiedlicher Techniken bedient.